Lombardia

il san raffaele siamo noi

OSPEDALE SAN RAFFAELE: IL CAMBIO AL VERTICE NON PUO’ ESSERE UNA SCUSA PER NON DARE RISPOSTE AI LAVORATORI

I lavoratori del San Raffaele hanno appreso da www.affaritaliani.it delle dimissioni dell’a.d. Nicola Bedin: ancora una volta si è dimostrata l’insensibilità e la scarsa considerazione dell’Amministrazione nei confronti di chi quotidianamente lavora in ospedale ed è stato vero protagonista del risanamento del bilancio.

L’Amministrazione ha prima tardivamente convocato e ora ha colto la palla al balzo per disdire un tavolo di confronto previsto per il 26 giugno, nonostante uno sciopero, quello dello scorso 7 giugno, e una mobilitazione di oltre 1000 lavoratori tra infermieri, personale di supporto, amministrativi, tecnici e personale della ricerca.

L’era Rotelli si era aperta con l’annuncio di 450 licenziamenti e con il taglio degli stipendi di 3300 lavoratori, che oggi, dopo quattro anni di sacrifici rivendicano il riconoscimento della propria professionalità attraverso la piena applicazione del contratto, che prevede il pagamento del premio incentivante.

Se il dott. Bedin vorrà chiudere in bellezza e avere davvero il “ringraziamento di tutto il personale amministrativo e sanitario” del comparto, potrà risanare anche i bilanci famigliari dei lavoratori nei prossimi giorni, firmando l’accordo sugli incentivi. Altrimenti, indipendentemente da chi è stato scelto dalla proprietà come prossimo a.d., non mancherà un’accoglienza “caldissima”!

SGB – Ospedale San Raffaele

Attachments:
Download this file (170621 cs sgb addio nicola.pdf)170621 cs sgb addio nicola.pdf[ ]149 kB