(Reading time: 2 - 3 minutes)

SGB Sindacato Generale di Base ha dichiarato sciopero dei/delle dipendenti VE.LA.

Per le intere giornate di Sabato 28 e Domenica 29 aprile 2018,

ha richiesto anche l'interessamento del Sindaco Brugnaro.

Il Gazzettino di oggi, venerdì 27 aprile, riporta che “ L'intenzione di Vela è quella di trattare e far recedere dalla protesta il sindacato SGB, che non siede al tavolo della trattativa … che comunque rappresenta un quarto dei dipendenti del settore... Un tentativo per evitare che l'agitazione possa degenerare in problemi di ordine pubblico”.

SGB sta ancora attendendo di essere convocata per trattare e quindi risolvere la vertenza.

Nel frattempo oggi pomeriggio ai lavoratori in servizio è pervenuta una Ordine di Servizio (ODS N° 10 – titolo ORDINANZA PREFETTURA DI VENEZIA 27 APRILE 2018) con palese intento intimidatorio.

La cosa scandalosa è che:

  • Non c'è stato alcun incontro con l'Azienda;
  • La Prefettura, senza nemmeno tentare un tavolo di conciliazione ( Procedura di Raffreddamento) con SGB, accontentandosi di una semplice nota informativa di AVM Holding S.p.A. ha deciso la precettazione del personale secondo l'elenco predisposto secondo le valutazioni tecniche da AVM Holding S.p.A.
  • La Prefettura, contatta telefonicamente, via fax e con PEC alle ore 16.50, ha risposto alle ore 18.00 rispondendo che l'art. 2 del T.U.L.P.S. riguarda la sicurezza e non la legge 146 sul diritto di sciopero e quindi non era tenuta ad inviare l'ordinanza all'Organizzazione Sindacale ma solo all'Azienda e che l'elenco dei lavoratori, citato nell'ordinanza, deve essere richiesto all'Azienda.

Per inciso la Prefettura ha precisato che l'elenco del personale indicato da AVM Holding S.p.A. era sovradimensionato per far fronte al maggior afflusso di utenti.

E' un paradosso in quanto se le biglietterie (sportelli) a Piazzale Roma e imbarcadero sono al massimo 7 non è pensabile che dietro agli sportelli ci siano più lavoratori ed inoltre questa decisione di implementare il personale è una decisione unilaterale in quanto l'azienda non può obbligare i lavoratori a venire a lavorare in mancato riposo.

Ciò detto questo è un atto che attacca il diritto di sciopero, la PREFETTURA ha fatto proprie “condividendole” le questioni di ordine pubblico strumentali di AVM Holding S.p.A..... che in tutti gli scioperi precedenti ha superato il problema dei tornelli agli imbarcaderi mettendo all'ingresso i verificatori.

La cosa ancora più grave, riportata dall'Ordinanza della Prefettura, è che AVM Holding S.p.A. Abbia informato la Prefettura che l'adesione allo sciopero potrebbe interessare il 70% del personale e invece di affrontare le questioni poste dallo sciopero si faccia scudo dell'ordine pubblico messo a rischio.

Sarà cura di SGB di ricorrere in via giurisdizionale come segnalato dalla Prefettura per impedire che tale attacco al diritto di sciopero possa ripetersi nel prossimo futuro e di denunciare ogni evento o accadimento di cui si dovesse rendere responsabile la Dirigenza di AVM Holding S.p.A. che possano “determinare situazioni di pericolo per le persone”.

Prima o poi si dice in veneziano:

Cara AVM Holding S.p.A ...... prima o dopo ti ga da pagar pegno!!!

 

 

e-max.it: your social media marketing partner