Toscana

(Reading time: 1 - 2 minutes)

SGB simbolo articoli

Non in nostro nome e non per gli interessi della città

Sindacati contro la ipotesi di statalizzare le tre materne comunali a Pisa

La volontà dell'Amministrazione Comunale di Pisa di andare verso la statalizzazione delle tre materne comunali è la conclusione di un lungo percorso che ha portato al ridimensiononamento dei servizi educativi gestiti dal Comune.

Mai ci saremmo aspettati di vedere una Giunta nell'opera di cancellare decenni di esperienze educative giudicando le scuole dell'infanzia inutili e dannose per il Comune.

Non è detto poi che lo Stato voglia farsi carico delle tre materne comunali ma in questa vicenda ci sono aspetti preoccupanti. 

Vediamone alcuni

  • l'Amministrazione comunale (AC) redige un piano di fabbisogno di personale che non prevede assunzioni di educatrice, amministrativi e tecnici nei numeri adeguati alle esigenze dei servizi.
  • l'AC ritiene inutile investire nei servizi educativi, pensa solo a ridurre le spese del personale e a ridurre gli organici impiegando, un domani, le educatrici come impiegate
  • l'AC non investe neppure sui nidi, i soldi risparmiati per le materne non saranno destinate ad aprire nidi di infanzia, fermo restando che non sarebbe per noi sostenibile il baratto tra nidi e materne
  • l'AC preferisce andare avanti con la propria statalizzazione negando sezioni della scuola di infanzia a comuni limitrofi che ne avrebbero urgente bisogno per fronteggiare le richieste di iscrizione
  • l'AC fa finta di ignorare che la fine delle tre materne comunali avrà ripercussioni negative anche sul personale in appalto che si troverebbe licenziato dopo anni di attività nelle scuole comunali pur con diversi datori di lavoro

Chi sostiene la statalizzazione delle tre materne non salvaguarda gli interessi della città e della cittadinanza. Una decisione folle e inaudita che merita la nostra opposizione!

RSU COMUNE PISA

SINDACATO GENERALE DI BASE  PISA

F.P. CGIL PISA

COBAS LAVORO PRIVATO PISA