Stampa
Territori
Sicilia
Visite: 244
(Reading time: 1 - 2 minutes)

Locandina 7 8 9

Attivato il tavolo nazionale. Grazie alla spinta di Lavoratori e cittadini. La protesta non si ferma!

Non ci faremo rubare lavoro e servizi. Ancora 3 giorni di manifestazioni. Mercoledì da Musumeci, giovedì e venerdì a Caltanissetta

 

Mesi di proteste. Da marzo a casa migliaia di assistenti all’igiene personale, Lavoratori che assistono nelle scuole pubbliche i nostri ragazzi con disabilità, consentendo nei fatti il diritto allo studio.

Poi la delibera di Musumeci e della giunta regionale, l’ennesimo taglio, la scure che il 23 luglio gira le spalle agli studenti, abbandona il servizio dopo quasi 30 anni e nei fatti apre la porta al licenziamento per migliaia di assistenti all’igiene personale in Sicilia.

Mesi di proteste, con manifestazioni da Musumeci, davanti all’assessorato regionale, nei territori, con la Regione che negava problemi ed organizzazioni sindacali come sempre compiacenti, buone solo a tenere a bada lavoratori e proteste.

Ma i fatti parlano chiaro, la scuola è iniziata senza molti ragazzi e senza le migliaia di assistenti in Sicilia, senza lavoro da marzo ed ormai con il baratro del licenziamento e della disoccupazione davanti.

Le proteste dei Lavoratori contano, eccome, ecco un primo risultato: davanti alla Regione che taglia ancora lavoro e servizi, attivato il tavolo nazionale: l’ipotesi, almeno 1 anno di proroga del servizio.

Come richiesto, che dobbiamo ancora spingere per realizzarlo davvero, per far tornare subito lavoro e servizio e, se vogliono la riforma, avere il tempo per discuterla, per ridare stabilità e dignità a lavoratori, ragazzi e servizio.

Non ci fermiamo, non ci fermeremo fin quando non ci saremo ripresi la dignità ed il diritto al lavoro ed allo studio.

Mercoledì saremo in manifestazione regionale da Musumeci, facendo fronte con altri sindacati combattivi e non collusi, lavoratori e famiglie.

Giovedì e venerdì 2 giorni di manifestazione territoriale a Caltanissetta, facendo fronte con le organizzazioni delle famiglie per un giovedì di protesta in tutta la Sicilia.

Basta con i vostri tagli, basta con sindacati collusi: non 1 posto di lavoro in meno, non 1 ragazzo senza scuola o senza assistenza.

Noi non ci fermeremo mai.

Attachments:
Download this file (La_protesta_conta_e_non_si_ferma.pdf)La_protesta_conta_e_non_si_ferma.pdf[ ]493 kB

Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.