Lombardia

(Reading time: 2 - 3 minutes)

      logo sgb cub

 

Fin dal giugno scorso, cioè ormai da ben 5 mesi, abbiamo chiesto a Terna lumi sulla questione abbonamenti annuali ATM. Quello che sta succedendo, o meglio che non sta succedendo, ha dell’insensato.

Rammentiamo che per il trasferimento della sede Terna Lombardia, nella rinomata località di Pero, dal quale sono ormai trascorsi quasi 9 anni, l’azienda ha riconosciuto la particolare scomodità della zona (ancora un sentito grazie a chi decise all'epoca) e proprio per quel motivo venne allargata la flessibilità a 2 ore, vennero concessi rimborsi chilometrici ed abbonamenti al trasporto pubblico locale.

Dai riconosciamolo che quando si tratta di apparire “belli” il tema del trasporto pubblico locale diventa mobilità sostenibile, il rispetto dell’ambiente, diventa ‘green’ !......

Pare che Terna abbia deciso di non pagare gli abbonamenti, (sottolineiamo pare perché non abbiamo nessuna ufficialità della cosa), ma comunque onde evitare che questi scadessero la domanda semplicissima è come li rinnoviamo? L’azienda vuole rendersi disponibile a parlarne? Ha dato una apertura alla possibilità di trattenute mensili in busta paga? Non si capisce come verrà gestita la vicenda; cioè ce li paghiamo noi lavoratori? In che modo?

Aggiungiamo che sono già 3 anni che chiediamo di allargare a tutti i colleghi la possibilità di fare l'abbonamento, come e quanto li paghiamo?

     E’ qui che il silenzio diventa assordante …… ed i tempi diventano biblici………

Non vorremmo che questa storia degli abbonamenti segua il percorso del tanto decantato plastic-free che apparve per la prima volta su tutti gli ambiti della comunicazione all'inizio dell’anno.

Interviste e video tutti i giorni per spiegare che Terna in confronto a Greta Thunberg, sul rispetto dell'ambiente, si trovava avanti anni luce.

Ricordiamo che a Pero, liberi dalla plastica, da gennaio, è divenuto operativo da questo mese di novembre …… passando nel frattempo per un mese intero in cui abbiamo pasteggiato con posate e piatti di plastica……….

Di questo passo rinnoveremo gli abbonamenti a giugno del prossimo anno! Ed è proprio questo quello non vorremmo accadesse!!!

Quindi, qualcuno è così gentile da dirci cosa dobbiamo fare per avere una risposta? Qualcuno vuole dirci se i lavoratori debbono “arrangiarsi” e fare gli abbonamenti per conto proprio?

Questo il volantino di 15 giorni fa, oggi, giusto per sentirci presi in giro, (non scadiamo in volgarità), riceviamo da Roma una e mail di Mobility a tutti i colleghi della sede di via Benigni.

Nella e mail datata 6 Novembre, Mobility Roma rammenta a tutti i colleghi che anche per il prossimo anno 2020 rinnoverà gli abbonamenti a chi ne farà richiesta, abbonamento OFFERTO dall’azienda (fatte salve le trattenute fiscali applicate ai fringe benefit). ?????

Ma come? E’ da Giugno che chiediamo lo stesso trattamento dei colleghi di Roma e la prossima riunione con i RSU anche per discutere di abbonamenti ATM è stata rimandata a Gennaio.

                     UN SENTITO GRAZIE A CHI STA’ SEGUENDO LA VICENDA

     GRAZIE A TERNA CHE TRATTA TUTTI I DIPENDENTI ALLO STESSO MODO