(Reading time: 2 - 4 minutes)

FB IMG 1579114147311 1 Copia

Con sentenza del 13.1.2020 la Corte D’appello di Brescia ha confermato le condanne inflitte dal Tribunale di Bergamo a sei mesi di reclusione ciascuno a due nostri compagni di Bergamo per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Con la sentenza i due imputati vengono altresì condannati a pagare i danni e le spese legali delle tre parti civili costituitesi nel giudizio, ovvero tre agenti della polizia locale di Ciserano. Gli imputati hanno ottenuto la sospensione condizionale della pena ma solo a patto che paghino i presunti danni degli agenti. I fatti che hanno dato origine al procedimento penale sono connessi agli espropri delle cosiddette sei torri di Zingonia, ora abbattute. I proprietari degli appartamenti delle torri si opponevano all’esproprio delle loro case disposto dal comune di Ciserano e dalla Regione Lombardia, ed a tal fine avevano promosso numerose manifestazioni di protesta, una delle quali in data 16 maggio 2013 nella piazza antistante il comune di Ciserano. In quella occasione i due compagni, una in rappresentanza del sindacato SGB (Sindacato Generale di Base) e l’altro quale componente della rete di appoggio ai proprietari sotto esproprio entrarono, senza esercitare violenza o danni, con altre persone nel comune di Ciserano con il solo scopo di parlare con il sindaco, che quel giorno aveva segnalato la sua disponibilità al ricevimento del pubblico. Invece del sindaco il gruppo dei manifestanti era stato fronteggiato da quattro agenti della polizia locale, che impedivano l’accesso agli uffici. Secondo l’accusa i due imputati avrebbero spinto gli agenti e avrebbero loro procurato delle lesioni, tesi smentita in tribunale da molti testimoni che non sono stati creduti dal giudice senza che sia stata fornita adeguata spiegazione. Non solo: con riferimento ai presunti danni di uno degli agenti sono stati prodotti documenti medici che attestano pregresse lesioni al ginocchio che invece, secondo l’accusa, sarebbe stato lesionato dai manifestanti. Gli espropri si sono conclusi con l’attribuzione ai proprietari di miserevoli indennità e chi cercava di aiutarli è stato condannato penalmente!. Ancora una volta l’ingiustizia ha fatto il suo corso, punendo coloro che chiedevano solo diritti e ascolto da parte delle istituzioni. Fermo restando che gli imputati impugneranno l’ingiusta sentenza di condanna in ogni sede possibile, ribadiamo il nostro impegno a favore dei nostri due compagni per i quali intendiamo promuovere azioni di sensibilizzazione e protesta, oltre alla raccolta fondi necessaria per far fronte alla pesante condanna al risarcimento dei presunti danni.

SGB/CUB Bergamo                                                                           Comitato Zingonia              

                                                     Sindacato Generale di Base

                       Viale Marche, 93 - 20159 Milano - tel. 0249766607 - fax 0238249352

                           e-mail: lombardia@sindacatosgb.it - sito: www.sindacatosgb.it