Lombardia

(Reading time: 2 - 3 minutes)

ist.tumori foto

La determinazione di SGB, dei suoi delegati RSU, assieme a CISL, supportati dalla presenze fattiva/attiva dei lavoratori dell'INT, stanno obbligando l'Amministrazione a dare ascolto alle istanze dei lavoratori.

Grazie alla grande partecipazione nelle 2 assemblee effettuate in agosto ed all'iniziativa in Prefettura, in 2 mesi siamo riusciti a portare a casa ciò che non si è ottenuto in 4 anni: cioè la copertura del posto per 2 anestesisti, 7 OSS e 7 infermieri (tra cui 6 strumentisti).

 

Nella lotta che ha determinato la sconfitta dell’arroganza datoriale ha “brillato” l’assenza di taluni sindacati, in primis la CGIL, che da 5 mesi tiene in ostaggio la RSU,   con la complicità di UIL-FIALS-NURSIND- NURSING UP, con pesanti ricadute sui lavoratori, nonché i tentativi maldestri di alcuni di intimorire e di   perseguitare tutti coloro che hanno smascherato e denunciato in tempo utile questa situazione.

MA LA LOTTA NON FINISCE QUI

La Direzione Generale deve sapere che pretendiamo l’adeguamento alla pianta organica del personale medico, infermieristico, OSS, amministrativo e tecnico sanitario.                                                                    La mancanza di personale ci porta ad avere dei carichi di lavoro che mettono a repentaglio la salute e la sicurezza degli operatori.                                                                                                                                     Vogliamo, inoltre, l'abbattimento delle liste di attesa e la riapertura dei posti letto di chirurgia soppressi in nome di inutili risparmi di spesa a favore di strutture e cliniche private.

Il procurato “allarme sociale” di cui veniamo accusati, ha svegliato la nostra Amministrazione obbligandola a chiedere ed ottenere in Regione Lombardia il personale che manca (vedi allegato), nel prendere atto con soddisfazione di questo risultato, continueremo le nostre battaglie sempre al fianco dei lavoratori !!