(Reading time: 2 - 4 minutes)

cassa di resistenza

Formalba è un Ente di Formazione Professionale, nato per volontà del Comune di Albano è stato il fiore all'occhiello della formazione professionale di tutta la regione, con una lunga e onorata storia, ha dato la possibilità di riscatto ed emancipazione a giovani e meno giovani con problemi diversi a rischio emarginazione.

Ad oggi, molti lavoratori di Formalba (completamente privatizzata) in attività o in pensione o costretti al licenziamento, non hanno ricevuto fino a 11 mensilità dei loro stipendi.

I primi 8 sono saltati per colpa della scellerata gestione privatistica dei fondi pubblici (con la società partecipata) e i restanti con la “nuova” gestione completamente privatizzata.

A questo punto per molti lavoratori sopravvivere è diventato impossibile; anche la singola richiesta di aiuto alla azienda è rimasta inascoltata.

I sacrifici che ci chiedono sono a fondo perduto e servono a pagare i 15 milioni di debiti fatti da politici e affaristi che approfittavano dei fondi pubblici.

E' chiaro solo i lavoratori, i docenti, gli studenti e le loro famiglie possono salvare Formalba.

Contro questo stato di cose è necessaria la lotta, lucida, compatta dei lavoratori liberati dal ricatto della disperazione e della possibile disoccupazione, per la difesa del proprio lavoro, per la difesa del diritto allo studio delle giovani generazioni.

Costituiamo la Cassa di Resistenza per affrontare le situazioni più difficili, per sostenere chi non vuol piegarsi magari lasciando Formalba o non vuole arrendersi continuando a regalare la propria vita a coloro che, impuniti, hanno distrutto il più importante Ente della Provincia di Roma.

La Cassa è costituita dai contributi volontari dei lavoratori, di tutti i cittadini che liberamente vorranno partecipare.

Avranno accesso ai fondi raccolti tutti i lavoratori di Formalba di conosciuta o documentata difficoltà economica, secondo una ripartizione proporzionata alla disponibilità della Cassa.

I lavoratori che riceveranno solidarietà economica si impegneranno a restituire quanto prestato dalla Cassa nel momento della riscossione delle paghe.

Gli iscritti di SGB a Formalba avranno il compito di gestire con la massima trasparenza la raccolta e la distribuzione dei fondi, pubblicando il resoconto economico almeno ogni 3 mesi. Su decisione della assemblea degli iscritti, quando tutti i lavoratori avranno ripreso la propria paga, i fondi che rimarranno nella Cassa di Resistenza saranno destinati per sostenere altri lavoratori che si trovassero nella stessa situazione o per aiutare le famiglie dei lavoratori uccisi dallo sfruttamento sul lavoro.

Modalità di partecipazione alla Cassa di Resistenza:

1) Versando direttamente ai delegati sindacali, verrà rilasciata ricevuta numerata;

2) Ricarica della postepay numero 5333 1710 7149 8238 intestata a Daniela Agostini

3) Bonifico sulla postepay Evolution

IBAN IT43A0760105138208132408138, Intestatario Daniela Agostini.

Causale: Cassa di resistenza Formalba

Il Sindacato SGB si fa garante della azione dei propri delegati e apre la Cassa con una somma iniziale di 200 euro. SGB non può dare altro al momento perché l’azienda, pur trattenendo le quote sindacali delle paghe, NON le versa al Sindacato!

I 200 euro vengono dai contributi dei lavoratori che con SGB sono riusciti ad ottenere un primo riconoscimento con i legittimi decreti ingiuntivi.

IL vero SINDACATO nasce come strumento di lotta, per la difesa e la solidarietà tra lavoratori, l’indipendenza e l’autonomia delle sue scelte si ottengono mantenendo la sua piena autonomia economica.

Tutti possiamo e dobbiamo contribuire sapendo che neanche un centesimo verrà perso o usato per scopi che non siano quelli di permettere ai lavoratori di fare un passo verso la vittoria.

Dobbiamo resistere un giorno in più del padrone, insieme possiamo farlo!

e-max.it: your social media marketing partner