EmiliaRomagna

(Reading time: 1 - 2 minutes)

cub sgb art

La proposta di elargire un ERT di 30€ (da riparametrare sulla base dei livelli), in base alle risultanze del 2018, nella busta paga di agosto è irricevibile e denigratoria della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori della cooperazione sociale che con la loro professionalità e la loro attività hanno contribuito ai risultati positivi di molte cooperative e alla qualità dei servizi da esse erogate.

L’ERT dovrebbe essere un elemento della retribuzione che andrebbe consolidato in busta paga per colmare i miseri aumenti contrattuali per un salario decente e dignitoso e invece si riduce a una elemosina che le centrali cooperative rilasciano in sede di contrattazione territoriale.

Inoltre, con la stipula del nuovo CCNL delle cooperative sociali, l’ERT sarà sostituito dal Premio Territoriale di Risultato che potrà essere corrisposto, previ accordi territoriali o aziendali, solo se le condizioni economiche della cooperativa lo permetteranno e solo se saranno rispettate taluni requisiti: poche assenze per malattia, soddisfazione del committente etc.

Insomma, dopo un rinnovo di CCNL che non ha risolto nulla (precariato, notti passive, cambio divisa, riposi giornalieri, part time, straordinari etc.), per le lavoratrici e i lavoratori delle coop sociali di Reggio Emilia arriva anche la presa in giro sull’ERT.

Come SGB rivendichiamo il consolidamento in busta paga dell’ERT indipendentemente dall’andamento di bilancio dell’azienda cooperativa. Inoltre, riteniamo che non siano più tollerabili il mancato riconoscimento dei tempi divisa e le disuguaglianze contrattuali e salariali rispetto a chi ricopre le medesime mansioni nel pubblico.