Stampa
Territori
EmiliaRomagna
Visite: 413
(Reading time: 1 - 2 minutes)

foto sciopero 3 e 4

Vogliamo garanzie sul 100% del salario e del servizio

Ancora due giorni di sciopero il 3 e 4 novembre 2020

 

Ieri si è svolta nel cortile di Palazzo d’Accursio l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi educativi e integrativi in appalto nelle scuole di Bologna che il 5 ottobre scorso hanno scioperato chiedendo maggiori diritti e i loro soldi.

L’assemblea ha dovuto prendere atto che, nonostante il riuscitissimo sciopero del 5 ottobre, ne le cooperative quadrifoglio e Orsa, ne l’amministrazione comunale hanno aperto il dialogo con le lavoratrici e i lavoratori, alla ricerca di soluzioni condivise.

Intanto la situazione nelle scuole diventa sempre più critica a causa dell’emergenza sanitaria con il continuo rischio di chiusure parziali o totali che con le attuali regole andrebbero a tagliare gli stipendi dei lavoratori in appalto.

Chiediamo al Comune l’apertura di un tavolo che veda come oggetto un accordo che garantisca continuità lavorativa e salariale e del servizio agli alunni disabili anche in caso di chiusura della scuola, sia essa emergenziale o prevista.

Alle cooperative di pagare il dovuto ai lavoratori e di affrontare i tanti problemi che si stanno accumulando per mancanza di volontà da parte delle stesse che dopo aver messo in tasca l’appalto nei mesi scorsi pensano forse di poter far dei diritti dei lavoratori carta straccia.

L’assemblea oltre decisione di partecipare all’iniziativa che ha caratteristiche nazionali e generali che si svilupperà a Bologna nel pomeriggio di sabato 24 ottobre con un presidio itinerante tra la prefettura, Comune di Bologna e Confindustria DECIDE DI PROSEGUIRE LA MOBILITAZIONE DELLE EDUCATRICI E EDUCATORI degli ALUNNI DISABILI CON UNO SCIOPERO DI 2 GIORNI IL 3 E 4 NOVEMBRE.

Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.