Stampa
Territori
EmiliaRomagna
Visite: 435
(Reading time: 2 - 3 minutes)

1

Oggi le lavoratrici e i lavoratori delle Cooperative Quadrifoglio e Orsa in appalto ai servizi scolastici di Bologna , San Lazzaro e Medicina, hanno partecipato in massa allo sciopero indetto da SGB dando vita a 2 presidi con assemblea permanente.

Il primo alle 10.30 davanti alla sede dell’Inps dove una delegazione di lavoratrici è stata ricevuta dall’attuale Responsabile provinciale Danila Casanova; al tavolo è stato posto con forza il problema del mancato pagamento dell’ammortizzatore sociale FIS richiesto dalle cooperative per coprire la carenza di lavoro nei mesi estivi del 2019 e del quale le stesse non hanno mai dato conto ai lavoratori ed ai loro rappresentanti nonostante le insistenti richieste.

Dall’incontro è emersa la totale mancanza di interesse da parte delle cooperative affinché il pagamento dovuto ai lavoratori andasse a buon fine.

Il secondo alle 12.30 sotto il Comune di Bologna a cui SGB aveva inviato nei giorni scorsi una richiesta ufficiale d’incontro al Sindaco Merola, all’Assessore alla scuola Zaccaria e all’Assessore al lavoro Lombardo, allo scopo di entrare nel merito delle condizioni di lavoro e del pagamento a cottimo previsto dall’appalto, oltre al taglio del servizio agli alunni disabili fatto dal comune in piena pandemia Covid 19.

SGB ritiene gravissima la mancata disponibilità e l’arroganza del direttore generale Montalto che ha dichiarato l’indisponibilità ad un incontro in concomitanza al presidio e minacciato di sgombero eventuali accampamenti dei lavoratori in attesa di risposta.

Altrettanto grave e antisindacale la scelta delle Cooperative e degli altri sindacati di convocare per la medesima giornata di sciopero, un incontro su altre problematiche, mentre alle lavoratrici ed ai lavoratori in sciopero arrivavano messaggi mobbizzanti da parte delle coordinatrici chiedendo prestazioni lavorative per la giornata.

Grave il comportamento di agenti di polizia in borghese che, quasi a voler provocare, hanno cercato di piazzarsi al centro del cerchio assembleare.

Abbiamo comunque ottenuto un incontro, grazie all’interesse di alcuni consiglieri comunali, con tutti i capigruppo del Consiglio, oggi in atto, ai quali abbiamo esposto le condizioni di lavoro e chiesto l’apertura di un tavolo che discuta di internalizzazione del servizio scolastico in appalto. Un incontro che si è concluso con l’intenzione dei capi gruppo di avviare un’udienza conoscitiva urgente convocando assessori e datori di lavoro.

Questa di oggi è stata una importante giornata di protagonismo delle lavoratrici e dei lavoratori che per SGB rappresenta solo l’inizio di una lotta contro lo sfruttamento e il lavoro a cottimo dei lavoratori delle cooperative sociali.

L’assemblea/presidio delle lavoratrici e dei lavoratori si è conclusa alle ore 16.00 dandosi appuntamento nuovamente davanti al comune per il prossimo Giovedi 15 ottobre ore 17.00, dove si discuterà dell’ iniziativa di carattere generale del 24 ottobre e dei prossimi scioperi.

Infine abbiamo espresso solidarietà al Comitato AEC di Roma che parallelamente portano avanti le stesse nostre battaglie e che proprio il giorno 15

sciopereranno attendendo il voto della giunta capitolina su una petizione popolare che chiede l’internalizzazione del servizio.

 

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.