EmiliaRomagna

2 AGOSTO 017 004

COMUNICATO STAMPA

Anche quest'anno  il Sindacato Generale di Base ha partecipato al corteo in ricordo della strage di Bologna del 2 agosto 1980.

Un corteo che, ricordiamo  qualcuno non molto tempo fa voleva abolire per evitare contestazioni al rappresentante del governo di turno e che invece ancora una volta ha dimostrato la propria vitalità con la partecipazione di tantissimi cittadini che non intendono dimenticare e denunciare la natura fascista di questa strage di Stato.

SGB ha partecipato insieme a molti lavoratori con un proprio striscione che recitava BASTA CON I GOVERNI DEI MANDANTI ed ha apprezzato e condiviso la scelta dell'associazione dei familiari di uscire dall'aula del consiglio comunale prima dell'intervento del ministro Galletti che come tutti quelli che l'hanno preceduto è venuto a Bologna per cercare di trasformare il corteo in una passerella per un governo che non vuole verità e giustizia ma cerca invece di rileggere la storia in senso revisionista, grazie anche alle infelici uscite del magistrato di turno.

Noi non ci stiamo e siamo ben contenti che quest'anno il rappresentante del Governo per evitare ulteriori contestazioni, non abbia potuto partecipare al corteo. Si è così evitato di offendere per una volta  il ricordo di chi continua a denunciare la natura fascista di quell'orrenda strage e ne combatte tuttora i presupposti.