EmiliaRomagna

(Reading time: 1 - 2 minutes)

taglio spese politica 544x371


Reduci da un ulteriore incontro con i vertici di GH a seguito della disdetta unilat
erale dei contratti integrativi e di tutti gli accordi pregressi, in vigore da decenni, riscontriamo, dati alla mano, che i conti non tornano affatto.

            Non paghi dei ritardi inaccettabili con cui erogano lo stipendio e degli errori madornali con cui redigono le buste paga, propongono un taglio dello stipendio di €109 netti (a nostro parere molti di più) per i 185 lavoratori più anziani in cambio di un incremento medio di €68 per tutti gli altri (riparametrati per i part-time).

            Siamo curiosissimi di sapere dove pensano di destinare i rimanenti 41 euro me

nsili medi pro capite. Contribuiranno ad aumentare i capitali di GH Italia oppure finiranno direttamente nelle tasche di Ryanair (che irrispettosamente per tutti gli altri vettori definiscono il loro unico cliente)?    

            Promettono pure che restituiranno le indennità tra tre anni, come se esista la possibilità contrattuale di prendersi e mantenere un impegno del genere a lunga scadenza e sempre ammesso che nel frattempo non cambino gli interlocutori.

            Ma quello che ripugna maggiormente è il tentativo di divisione e il clima di ostilità che stanno cercando di diffondere tra i lavoratori con diverse anzianità.          Attaccano i “vecchi” mettendoli contro i “giovani”, ai quali raccontano che la responsabilità dei loro stipendi da fame e dei contratti precari per oltre 5 anni, è da attribuire ai colleghi anziani che “non si vogliono tagliare lo stipendio”!

Respingere questo violento attacco dell’azienda e non creare un devastante e pericoloso precedente per le future generazioni è la cosa più responsabile da fare per tutti!!

QUESTO TEATRINO VA FERMATO: GLI SCONTI A RYANAIR LI FATE CON I SOLDI VOSTRI, NON CON QUELLI DEI LAVORATORI!!!