Campania

(Reading time: 1 - 2 minutes)

 

 IMG 20200116 WA0002

Dopo il deposito dell’esposto sottoscritto dall’ S.G.B. e concordato con I LAVORATORI DEGLI APPALTI DELLE PULIZIE DELLE STRUTTURE SANITARIE DELLA PROVINCIA DI CASERTA, i lavoratori stessi continuano la lotta proclamando lo stato di agitazione e chiamando ad un loro

 

PRESIDIO CHE SI TERRA’ MERCOLEDI’ 22/01 ALLE ORE 13.00

presso la Torre A6 del Centro direzionale di Napoli

 

con lo scopo di ottenere il già da tempo richiesto incontro con l’Assessore alle politiche del Lavoro della Regione Campania.

NON E’ PIU’ POSSIBILE ACCETTARE E NON RIBELLARSI A CONDIZIONI DI FAME DEI LAVORATORI ( 2 – 4 ORE DI LAVORO AL GIORNO PER 5 GIORNI ), FAME CHE VIENE FATTA DIVIDERE CON ALTRI LAVORATORI SFRUTTATI, CHE SI DEVONO PURE SENTIRE PRIVILEGIATI E DEVONO RINGRAZIARE SCIAGURATI PSEUDO-SINDACALISTI CHE LI HANNO RACCOMANDATI AL PADRONE.

NON E’ PIU’ POSSIBILE ASSISTERE AL SOLITO TEATRINO DELLE GARE AL MASSIMO RIBASSO PER DELICATISSIMI SERVIZI DI IGIENE AMBULATORIALI ED OSPEDALIERI, CON DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CHE COME MINIMO SI MUOVONO AI LIMITI DELLA LEGITTIMITA’.

NON SI PUO’ CHIUDERE GLI OCCHI DI FRONTE AL DATO DI FATTO CHE TUTTO CIO’ AVVIENE NEI TERRITORI INFESTATI DALLA MAFIA CAMPANA, CON AZIENDE SU CUI NON SI OPERA LA NECESSARIA VIGILANZA DEMOCRATICA E DI LEGALITA’.

DIVENTA, INVECE, NECESSARIA LA RIVOLTA CIVILE CHE PARTA DAI LAVORATORI TUTTI, PERCHE’ NON E’ NEPPURE POSSIBILE CHE I PROBLEMI SI POSSANO RISOLVERE CON IL SOLO INTERVENTO DELLA MAGISTRATURA, COME E’ AVVENUTO GIA’ PER L’OSPEDALE CIVILE DI CASERTA.

MA, PERCHE’ CIO’ ACCADA, E’ PURE NECESSARIO CHE I LAVORATORI SI LIBERINO DALLA MORSA RICATTATRICE DEI SINDACALISTI COLLABORAZIONISTI, CHE IMBASTISCONO FINTE VERTENZE CON IL SOLO SCOPO DI SOTTOPORRE AL TAVOLO DELLE TRATTATIVE I SOLITI   ELENCHI DI PARENTI ED AMICI.

OCCORRE RIDARE DIGNITA’ ALLA FUNZIONE DI LOTTA DEL SINDACALISMO, RICONQUISTARE NELLA SOSTANZA I DIRITTI AL LAVORO, AL SALARIO ED A CONDIZIONI MINIME DI SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO.

IL SINDACATO GENERALE DI BASE RILANCIA QUINDI IL SUO APPELLO A SOSTENERE, CON FORZA E SENZA TENTENNAMENTI O PAURE DI ALCUN GENERE, LA GIUSTA LOTTA DEI LAVORATORI DEL CASERTANO.