Scuola

(Reading time: 1 - 2 minutes)

in allegato copie delle diffide inviate

SGB, sta diffidando i Dirigenti Scolastici che insistono a lasciare aperte le sedi inutilmente, e scrive anche ai Sindaci e alle Prefetture delle città da cui arrivano segnalazioni.

Primi positivi riscontri arrivano da Roma, Bologna, Milano e tante altre ancora come il Convitto Nazionale di Tivoli il cui Rettore ha immediatamente organizzato i turni di reperibilità del personale.

Purtroppo ancora continuano le segnalazioni da parte di collaboratori scolastici costretti a tenere aperte delle scuole vuote e senza alcuna "attività indifferibile", in città come Brescia o Vicenza.

Decreti, note ministeriali confermano quello che andiamo dicendo dall'inizio dell'emergenza: una volta approntato il lavoro per la didattica a distanza, il lavoro agile per gli amministrativi, pulita a fondo la scuola e messo in sicurezza tutto il materiale, dei laboratori o deteriorabile, non c'è alcun motivo che i collaboratori scolastici, anche se in numero ridotto e a turno tenga le sedi aperte.

I Dirigenti hanno gli strumenti per dispensare il personale dalla presenza in sede, senza che questi perdano la piena retribuzione, questo per la giusta applicazione dell'art.1256 del codice civile. Tutte le pretese di utilizzare altri tipi di congedi o le ferie o i recuperi sono dunque illegittimi.

Riteniamo che sia necessaria una lotta comune con i tanti lavoratori del privato o della sanità che in questi giorni si trovano in condizioni molto peggiori delle nostre, spesso costretti ad andare a lavorare senza misure di sicurezza o a pagarsi il blocco delle attività con le ferie, le riduzioni di reddito (con gli ammortizzatori sociali).

Siamo convinti che tutti i lavoratori abbiamo diritto alla vita perché di questo si tratta, in questi giorni.

In questi tremendi giorni è divenuto evidente che fintanto non ricostruiamo il sindacato di classe, saremo divisi e nessuno potrà mai essere sicuro di mantenere i propri piccoli vantaggi momentanei.

Oggi dobbiamo ricominciare a pensare alla riconquista dei nostri diritti non abbiamo alternative alla morte e alla distruzione che le politiche dei padroni, delle privatizzazioni, della cancellazione delle libertà sindacali e democratiche, stanno producendo.

Nessuno deve rimanere solo, segnalateci la vostra situazione, l'affronteremo insieme.

 

 

SCUOLA: DIFFIDIAMO I DS A NON LASCIARE LE SEDI APERTE SENZA UNA VERA RAGIONE ! IL PERSONALE ATA NON È SERVO DEI DIRIGENTI