(Reading time: 1 - 2 minutes)

maestra

 

La sentenza del Consiglio di Stato del dicembre 2017 ha negato il diritto dei docenti in possesso di diploma magistrale conseguito entro il 2001/2002 all'inserimento nelle GAE (graduatorie ad esaurimento) utili per l'assunzione in ruolo. Si è tratto palesemente di una sentenza tutta politica ed emessa sotto pressione del Governo, del baronato accademico e di tutti quei soggetti che da decenni non fanno altro che speculare in ogni modo sulla pelle dei precari della scuola.   È dal mese di gennaio 2018 che questi docenti (in prevalenza donne) stanno portando avanti una lotta contro il governo, il MIUR, i sindacati complici ed una magistratura chiaramente di parte. Dopo gli scioperi dell'8 gennaio, del 23 febbraio, gli scioperi Invalsi di questi giorni, le centinaia di fiaccolate e manifestazioni sparse in questi mesi in tutto il Paese, da qualche settimana, le maestre hanno avviato la più estrema delle proteste: lo sciopero della fame.

MENTRE I POLITICI SI SCONTRANO DA MESI SU CHI DEVE FARE IL GOVERNO E SULLE SPARTIZIONI DELLE POLTRONE, OLTRE 50MILA LAVORATRICI STANNO PER ESSERE ESPULSE INGIUSTAMENTE DAL MONDO DELLA SCUOLA!

NO AL LICENZIAMENTO DI DECINE DI MIGLIAIA                                   DI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA

SI ALLA STABILIZZAZIONE DI TUTTI I PRECARI                                   DELLA SCUOLA CON TRE ANNI DI SERVIZIO

SGB continua ad appoggiare la lotta delle maestre!

La maestra non si tocca!

SOSTENIAMO ANCORA LA LOTTA DELLE MAESTRE: IL 9 E L'11 MAGGIO BOICOTTIAMO LE PROVE INVALSI!

e-max.it: your social media marketing partner