Privato

(Reading time: 2 - 3 minutes)

 

SCIOPERO GENERALE

27 ottobre 2017 di 24 ore

Il Trasporto Pubblico Locale dovrebbe essere l'asse fondamentale per lo spostamento delle persone.

Da anni il sindacalismo di base promuove iniziative e scioperi affinché venga realizzato un piano dei trasporti che si basi sullo sviluppo di questo servizio che disponga risorse e mezzi a livello centrale.

Da anni, purtroppo, i vari governi continuano a progettare e adottare piani per la mobilità delle persone che si basano essenzialmente su grandi opere infrastrutturali, sulla grande viabilità autostradale.... e contemporaneamente continuano con il disegno di privatizzare il TPL.

Questa politica, praticata ormai da anni, pericolosamente e progressivamente sta producendo dissesto economico, minori servizi all'utenza, riduzione preoccupante dei livelli di sicurezza, precarizzazione del lavoro e dei salari anche grazie alle esternalizzazioni di servizi di linea e delle manutenzioni con conseguente caduta libera dei diritti e tutele dei cittadini e dei lavoratori.

Tutto questo l’hanno fatto grazie alla complicità dei sindacati che hanno firmato l’Accordo del 10 gennaio 2014, vendendosi le libertà sindacali dei lavoratori per far sopravvivere i loro apparati.

Il Trasporto Pubblico Locale deve garantire il diritto alla mobilità (ricordato solo quando i lavoratori scendono in sciopero) perseguire la realizzazione di un piano organico che soddisfi la sostenibilità sociale ed ecologica di questo fondamentale comparto.

In Europa l'Affidamento in house senza gara ed in mano pubblica è ammesso (vedi Parigi o Monaco di Baviera)

Per questo con lo sciopero del 27 ottobre intendiamo riaffermare quanto già affermato con lo sciopero del 16 giugno:

DICIAMO NO

  • Alla messa a gara del TPL, e alla svendita del patrimonio pubblico;

  • All'art. 27 del D.L. 50/17 ( che punisce gli enti locali che non mettono a gara il TPL applicando una ulteriore riduzione del 15% delle risorse, che il Governo di anno in anno già continua a tagliare, a quegli enti locali che non metteranno a gara il servizio);

  • All'entrata dei privati nella gestione del TPL.... questi oltre alle spese devono portare profitti alle loro casse e gli eventuali utili non verrebbero redistribuiti per più servizi e migliori condizioni di lavoro ma se li intascherebbero gli azionisti privati;

  • Ad un TPL in mano ad imprenditori privati che, senza rischiare nulla, gestiscono risorse pubbliche (non si è mai visto un privato operare con senso civico e con spirito benefico);

    • All’Accordo del 10 gennaio 2014 sulla rappresentanza sindacale.

    DICIAMO SI

    Ad un Trasporto Pubblico GARANTITO dallo STATO

    PER

  • Il diritto alla mobilità dei cittadini;

  • La tutela del lavoro e della dignità dei lavoratori;

  • Il miglioramento e potenziamento del servizio;

  • Reinternalizzazione di servizi, manutenzione e lavoratori delle ditte;

  • FINANZIAMENTI ADEGUATI E CERTI !!

  • I DIRITTI SINDACALI PER TUTTI I LAVORATORI

  • 27 ottobre 2017 SCIOPERO

    TPL IN MANO PUBBLICA A GARANZIA DEL DIRITTO ALLA

    MOBILITA' ED I DIRITTI DEI LAVORATORI!!

    SGB Sindacato Generale di Base www.sindacatosgb.it nazionale@sindacatosgb.it

 

 

27 OTTOBRE E\' SCIOPERO - la locandina

Sottocategorie