(Reading time: 2 - 4 minutes)

Sosteniamo la lotta del Sindacato Solidaires, sosteniamo la campagna internazionale contro il licenziamento del militante sindacale Gaël delle Poste. Invitiamo tutti a sottoscrivere la petizione online https://www.change.org/p/non-au-licenciement-de-ga%C3%ABl-regroupons-nous-contre-lanrepressiona-la-poste-et-ailleurs

Nous soutenons la lutte de l'Union Solidaires, nous soutenons la campagne internationale contre le licenciement du syndicaliste Gaël delle Poste. Nous invitons tout le monde à signer la pétition en ligne.

We support the struggle of the Union Solidaires, we support the international campaign against the dismissal of the union militant Gaël delle Poste. We invite everyone to sign the online petition.


No al licenziamento di Gaël : Uniamoci contro la repressione alle Poste e altrove !

Gaël Quirante, segretario dipartimentale di SUD Activités Postales 92 (sindacato dei lavoratori delle Poste) e militante del Front Social, è vittima di un' autentica vessazione disciplinare: 10 tentativi di licenziamento in 14 anni, e una serie di sospensioni dal lavoro per un totale di quasi un anno.

Le Poste avevano infatti tentato di licenziarlo nel 2010 con l'accusa di sequestro per la partecipazione ad un' occupazione della direzione dipartimentale delle Poste : il suo licenziamento venne successivamente respinto dall'Ispettorato del Lavoro nel 2010, dal Ministero del Lavoro nel 2011, infine dal Tribunale Amministrativo nel 2014.

Ad aprile scorso la Corte d' Appello del Tribunale Amministrativo di Versailles ha annullato le 3 precedenti decisioni, cosa che ha comportato la riapertura dell'intera procedura !

L' Ispettorato del Lavoro ha nuovamente rigettato il suo licenziamento, ma ormai sarà la Sig.ra Penicaud, Ministro del Lavoro ed ex responsabile delle risorse umane di Danone, a decidere della vicenda di Gaël !
La nostra mobilitazione deve impedire il suo licenziamento !

Le Poste hanno deciso di colpire duramente le compagne e i compagni combattive/i. Nel 2005 lo schieramento del GIPN (Gruppi di intervento della Polizia Nazionale) contro i lavoratori del centro di smistamento di Bègles- Bordeaux in sciopero ha rappresentato l'inizio di questa offensiva.

In seguito, i procedimenti disciplinari e penali, i licenziamenti, le sanzioni disciplinari contro i sindacalisti e in maniera diffusa contro tutte/i quelle/quelli che rifiutano di abbassare la testa, si sono moltiplicati.

Dal 2012 la somma delle sanzioni implicanti la sospensione dal lavoro ha raggiunto i 10 anni nei confronti delle/dei militanti SUD e CGT (sindacati francesi) solo nell' Ile- de- France (area metropolitana di Parigi) e i 14 anni dal 2010 !

4 militanti sindacali della regione dell' Haute-de-Seine furono messi in detenzione in pieno sciopero nel 2014. Solamente a Olivier Rosay é stata comminata la sospensione dalle funzioni per un totale di 69 mesi !

Nella regione dell' Hauts-de-Seine, inoltre, il funzionario sindacale Yann Le Merrer é stato revocato, poi messo in aspettativa dopo che il suo datore era stato obbligato a reintegrarlo.

Oggi questa logica repressiva colpisce l'insieme del mondo del lavoro: più di 4000 procedimenti disciplinari o penali intentati contro lavoratori in sciopero o manifestanti dal movimento del 2016 contro la Loi Travail.


Ma questa repressione è combattuta, che riguardi le pene di reclusione per gli ex-Goodyear, le violenze della polizia nei quartieri popolari, gli accusati del processo del Quai de Valmy, la PSA Poissy o Loïc della Compagnie Jolie Môme, per esempio.

Se c'è un' ondata di repressione in atto, c'è anche un fronte di resistenza.

Invitiamo a raggruppare tutti i casi di repressione per essere in grado di mettere fine all'attuale offensiva.

Se uniamo le forze, possiamo vincere !

https://solidaires.org/Contre-le-licenciement-de-Gael-Sud-Activite-Postale-92

 

 

SGB Invita tutti a solidarizzare con Gaël firmando la petizione https://www.change.org/p/non-au-licenciement-de-ga%C3%ABl-regroupons-nous-contre-lanrepressiona-la-poste-et-ailleurs  ed inviando mozioni dai luoghi di lavoro inviandoli a nazionale@sindacatosgb.it.

 

FRANCIA: 6 Scioperi Generali in un mese CONTRO la loro JOBSACT

 

  • Aggiungi al frasario
     
    • Nessuna lista di parole per Italiano -> Francese...
       
    • Crea una nuova lista parole...
  • Copia
e-max.it: your social media marketing partner