(Reading time: 2 - 4 minutes)

#MariellePresente

Il Sindacato Generale di Base -SGB, a nome di tutti i suoi militanti, dei lavoratori italiani che non si arrendono, esprime il suo cordoglio e rabbia per la scomparsa della compagna Marielle Franco militante eletta nel consiglio municipale di Rio de Janeiro, uccisa brutalmente dalla stessa mano che sta affamando i lavoratori e il popolo del Brasile.

SGB esprime tutta la sua solidarietà al movimento brasiliano, democratico e progressista e alla Centrale dei Lavoratori e delle Lavoratrici del Brasile (CTB) in prima linea nella lotta per la difesa e riconquista dei diritti e la dignità dei lavoratori contro lo sfruttamento e la repressione.

 

 

Pubblichiamo il comunicato di Adilson Araùjo Presidente nazionale del CTB

 

Il brutale assassinio di Marielle Franco (PSOL-RJ) membro del consiglio comunale di Rio, la sera di Mercoledì 14, ha causato una rivolta in tutto il mondo e di profonda commozione e indignazione delle forze democratiche e progressiste.

Nera, figlia della favela Marè, come lei si presentava, Marielle era una importante leader popolare, la sua attività politica era per la difesa intransigente dei diritti umani e contro ogni discriminazione, lo sfruttamento e l'oppressione degli abitanti delle baraccopoli e gli strati più umili la nostra gente.

A 38 anni, ha fatto parte della commissione del consiglio comunale che era finalizzata al controllo dell'intervento militare del governo federale sulla sicurezza di Rio e contro gli abusi della polizia verificatesi durante l'intervento nella favela di Acari.

La sua morte è anche un segno che la presenza delle forze armate nei quartieri e nelle strade di Rio, anche se serve lo spettacolo dei media, è ben lungi dall'essere una soluzione ai gravi problemi di sicurezza in città. Sfortunatamente non è più che una farsa.

La tragedia che sta vivendo il popolo carioca, non è opera del caso.

Esso deve essere addebitato sul conto del colpo di stato guidato da Temer, che ha aperto le porte per il neofascismo, la persecuzione degli insegnanti e personalità progressiste, gli attacchi alla democrazia e la sovranità nazionale, l’abbassamento dei salari distruggendo i diritti sociali e tutte le conquiste.

Il popolo brasiliano non se lo merita. Resistiamo e combattiamo per salvare la democrazia e la sovranità popolare.

Adilson Araújo, presidente nazionale di CTB

https://portalctb.org.br/site/noticias/voz-da-ctb/adilson-araujo-de-quem-e-a-culpa

 


 

Nota del CTB Rio De Janeiro

Marielle Franco, presente!

La centrale dei lavoratori e dei lavoratori del Brasile - Rio de Janeiro esprime il suo rammarico e la sua rivolta per l'omicidio del consigliere del PSOL-RJ, Marielle Franco.

Marielle è nata nella favela di Maré, è stata sociologa ed è stata eletta Consigliere comunale di Rio de Janeiro con 46,502 voti. Attualmente, era la presidente della Commissione per la difesa dei diritti della donna del consiglio comunale.

Marielle eccelleva nella lotta in difesa dei diritti umani, la sua tesi di laurea fu "UPP: la riduzione della favela a tre lettere".

Ha lavorato nella società civile alla Fondazione Brasile e al Centro di Azione di Solidarietà Marè (CEASM) ha scelto la militanza per i diritti umani dopo l'esame universitario e la perdita di una amica, vittima di un proiettile vacante in una sparatoria tra la polizia e trafficanti nella favela Maré.

Diplomata presso PUC-Rio e con un Master in Amministrazione Pubblica presso l'Università de Federal Fluminense (UFF) dello Stato di Rio de Janeiro, Marielle ha lavorato nella Commissione Difesa nel coordinamento per i diritti umani e cittadinanza dell'Assemblea Legislativa di Rio de Janeiro (Alerj), faceva parte della commissione che indagato sull’intervento militare del governo federale a Rio de Janeiro e recentemente denunciato duramente gli abusi della polizia nella Favela di Acari.

La perdita di Marielle è una perdita di tutti coloro che lottano per costruire una società più giusta, libera da pregiudizi, dove la povertà non è criminalizzata e i diritti delle donne e della popolazione nera sono rispettati.

Noi di CTB Rio de Janeiro esprimiamo la nostra solidarietà agli amici, ai parenti, al personale e agli altri combattenti. Chiediamo, da tutte le autorità, l'inchiesta ferma e trasparente di questo crimine che ha scioccato Rio de Janeiro e la punizione di tutti i responsabili.

La lotta nel Marielle è fonte di ispirazione e seguire nelle strade e nelle lotte in difesa di un mondo migliore e più giusto ciò che ha portato alla compagna militanza che presto separati.

Marielle, presente!

Rio de Janeiro, 14 marzo 2018

Paulo Sérgio Farias

Presidente di CTB Rio de Janeiro

https://portalctb.org.br/site/estaduais/sudeste/rio-de-janeiro/em-nota-ctb-rj-manifesta-seu-pesar-e-revolta-pelo-assassinato-da-vereadora-marielle-franco

 

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=DPs2o7VgwJA

e-max.it: your social media marketing partner