(Reading time: 2 - 4 minutes)
in allegato i comunicati di SGB, del PAME e del WFTU




The struggle of the workers and of all the Palestinian people is our struggle
The Basic General Union (SGB) with its workers and its workers is today at the militant side of the glorious people of Palestine, in another dramatic moment of its history, when it wants to put the Zionist and imperialist seal on the military occupation of the its capital, Jerusalem. The people of Palestine with incomparable courage and dignity, with their workers and workers at their head, proclaim their Third Intifada, the revolt of an entire country against the unparalleled arrogance of American imperialism and its its devoted partners of the Israeli puppet state. We stand every solidarity initiative, we make every form of boycott of Zionism even more effective, we spread in our country the Palestinian cry of protest and indignation for the umpteenth act of international piracy.. Today the veil of hypocrisy with which American imperialism dressed up as mediator to openly support its ferocious gendarme in the Middle East, the Zionist state of Israel, is torn open today. The slogan "Two peoples, two states", also cried to the four winds by some progressive forces, more or less in good faith, is manifested today in all its falseness, brutally disproved by a president, an authentic expression of the true "empire" of evil ", that of the United States. NATO, the EU and the Gentiloni government with their war-mongering policy must find the firm opposition of the popular masses and all the class organizations. They starve, destroy, chained workers and all peoples, fomenting ignorance and divisions of nationality or religion that only serve to try to keep their dirty profits. It is necessary to abandon the sterile claim of formal rights, which have only condemned the segregationist and neo-colonial state of Israel, and set out on the main road of the anti-capitalist and anti-imperialist struggle. The struggle of the workers and of all the Palestinian people is our struggle

DOWN HANDS FROM PALESTINE! DOWN HANDS FROM JERUSALEM!

LONG LIVE THE FIGHT OF LIBERATION OF THE PEOPLE OF PALESTINE!

 


 

La lotta dei lavoratori e di tutto il popolo Palestinese

è la nostra lotta

Il Sindacato Generale di Base (SGB) con i suoi lavoratori e le sue lavoratrici è oggi al fianco militante del glorioso popolo della Palestina, in un altro drammatico momento della sua storia, quando si vuole mettere il sigillo sionista ed imperialista sull’occupazione militare della sua capitale, Gerusalemme.

Il popolo della Palestina con un coraggio ed una dignità impareggiabili, con alla testa i suoi lavoratori e le sue lavoratrici, proclama la sua Terza Intifada, la rivolta di un intero paese contro l’arroganza inaudita dell’imperialismo americano ed i suoi fedeli sodali dello stato fantoccio israeliano. Noi sostiamo ogni iniziativa di solidarietà, rendiamo ancora più efficace ogni forma di boicottaggio del sionismo, diffondiamo nel nostro paese il grido palestinese di protesta e di indignazione per l’ennesimo atto di pirateria internazionale.

Viene squarciato oggi il velo di ipocrisia con cui l’imperialismo americano vestiva fin'ora i panni del mediatore per appoggiare apertamente il suo feroce gendarme in medio oriente, lo stato sionista d’Israele.

La parola d’ordine “Due popoli, due stati”, pure gridata ai quattro venti da talune forze progressiste, più o meno in buona fede, si manifesta oggi in tutta la sua falsità, brutalmente smentita da un presidente espressione autentica del vero “impero del male”, quello statunitense.

La Nato, l’UE e il Governo Gentiloni con la loro politica guerrafondaia devono trovare la ferma opposizione delle masse popolari e di tutte le organizzazioni i di classe.

Affamano, distruggono, incatenano i lavoratori e tutti i popoli, fomentando ignoranza e divisioni di nazionalità o di religione che servono solo a tentare di mantenere i loro sporchi profitti.

Occorre abbandonare la rivendicazione sterile dei diritti formali, che hanno condannato solo a parole lo stato segregazionista e neocoloniale di Israele, e incamminarsi sulla strada maestra della lotta anticapitalista ed anti-imperialista.

La lotta dei lavoratori e di tutto il popolo Palestinese è la nostra lotta.

GIÙ LE MANI DALLA PALESTINA! GIÙ LE MANI DA GERUSALEMME!

VIVA LA LOTTA DI LIBERAZIONE DEL POPOLO DELLA PALESTINA!

 

 

 

Palestina: Solidarietà ai prigionieri palestinesi e a tutto il popolo in lotta

e-max.it: your social media marketing partner