Stampa
Appello per Giusy
Visite: 176
(Reading time: 0 minutes)
"Il 26 luglio aderiamo al presidio contro il provvedimento disciplinare nei confronti di Giusi, dipendente e delegata sindacale del comune di Casalecchio di Reno. Giusi è colpevole di aver partecipato, insieme a qualche altro migliaio di persone, al presidio dello scorso 20 maggio a Bologna contro il partito fascista Forza Nuova. Le immagini di quel presidio mostrano chiaramente la carica gratuita da parte della polizia volta ad allontanare il nutrito presidio antifascista e difendere una manciata di fascisti in piazza.
Con l’apertura del provvedimento disciplinare da parte del Comune si vuole colpire ancora una volta una lavoratrice per aver manifestato il dissenso nei confronti di partiti o leader che avanzano politiche repressive e reazionarie: stiamo parlando di “reato d’opinione”! Il messaggio è chiaro: mentre i reazionari possono liberamente esprimersi con tanto di protezione da parte delle forze dell’ordine e quindi di tutto l’apparato repressivo dello stato, chi invece lotta contro queste politiche rischia addirittura il posto di lavoro. Si tratta di un vero e proprio ricatto.
La lotta antifascista non va criminalizzata e va inserita nella lotta generale contro questo sistema che genera sfruttamento e repressione. Non abbiamo alcuna illusione nei confronti delle istituzioni che anzi stanno dando piena legittimità a queste forze reazionarie. Solo la lotta di classe e un fronte ampio di giovani e lavoratori contro questo sistema può veramente portare ad una società libera da sfruttamento, violenza e razzismo. Questa è la battaglia che come Sinistra Classe Rivoluzione portiamo e sempre porteremo nelle piazze, nelle scuole e dentro ogni posto di lavoro!"
e-max.it: your social media marketing partner

Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare i servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.