(Reading time: 2 - 3 minutes)

Sciopero Generale Migliaia di lavoratori scesi nelle strade di Milano e Napoli. Blocchi della logistica tutta la notte del 4 nov. Il nostro NO VALE DOPPIO!


Venerdì 4 Novembre si è tenuto lo sciopero generale del sindacalismo di base indetto dalla Cub, Sgb e Usi Ait; migliaia di lavoratori di tutti i settori hanno scioperato e sono scesi nelle strade di Milano e Napoli a manifestare i propri NO e a rivendicare lavoro, salario e diritti.

Alle manifestazioni hanno partecipato lavoratrici e lavoratori delle fabbriche, dei servizi, della scuola, della pubblica amministrazione, del commercio e di tanti altri settori, che si riconoscono nella piattaforma del sindacalismo di base. Al loro fianco gli esponenti della comunità Curda in Italia che sta combattendo per la libertà del proprio Popolo contro l’ISIS e la Turchia.

Non limitare la giornata di sciopero ad una sfilata, l'andare a presidiare l'ambasciata Turca a Milano insieme alla comunità curda, presidiare a Bologna le centrali della logistica delle multinazionali UPS e SDA bloccandone i cancelli per l'intera notte sono azioni che hanno caratterizzato l’importante giornata di lotta.

La mobilitazione non si conclude certamente con la giornata di sciopero che consideriamo una tappa di un percorso più ampio di opposizione alle spese militari, alle “guerre esterne” e a quelle interne fatte di tagli alle condizioni materiali della classe lavoratrice e allo stato sociale.

Una opposizione sindacale che si batta contro T.U.R. (il Testo unico di Rappresentanza sindacale ) che vuole eliminare di fatto la democrazia sui posti di lavoro e il diritto di sciopero e contro lo stravolgimento in senso autoritario della Costituzione voluta dal Governo Renzi.

Per questo motivo riteniamo che l'appello circa 250 delegati/lavoratori, principalmente Sgb e Cub ma non solo e di 15 giuristi, per un assemblea nazionale che si terrà il 26 novembre prossimo a Bologna, per fare valere il nostro NO alla controriforma costituzionale e al T. U. R., sia un passaggio fondante per la costruzione di radici comuni per le future lotte nei posti di lavoro e nei territori.

È certa la necessità anche di dare risposte di massa e condivise alla politica Renziana che spera di azzittire con la repressione le ragioni del NO e le rivendicazioni sociali come sta accadendo da una settimana a Bologna contro gli studenti che rivendicano il diritto allo studio anche attraverso l'accessibilità ai servizi o sabato scorso a Firenze impedendo una manifestazione di cittadini e movimenti per il NO al referendum.

Per questo come Sindacato Generale di Base abbiamo deciso di portare i nostri NO in contributo alla giornate indetta dai movimenti che si terrà il 27 Novembre a Roma.

 

Per adesione all'assemblea nazionale del 26 -assemblea2no@gmail.com  

e-max.it: your social media marketing partner
Attachments:
Download this file (SGB comunicato 4 nov_sciopero.pdf)SGB comunicato 4 nov_sciopero.pdf[ ]147 kB