(Reading time: 1 - 2 minutes)

 

COMUNICATO STAMPA

Via Fassini: 24 famiglie il 19 agosto verranno sgomberate dalla casa su cui pagano regolare affitto, la confisca dei beni al proprietario condannato non può essere la pena pagata dagli inquilini

SGB, Unione Inquilini e CUB sostengono la resistenza delle famiglie e rilanciano l’appello alla solidarietà, 18 agosto dalle 16 al Campidoglio incontreranno i consiglieri e gli assessori.

Il Comitato Inquilini di Via Fassina, con il sindacato, continua a rivolgersi a Comune, Prefettura e Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati alla Mafia, per trovare una soluzione all’imminente sgombero già minacciato loro per l 19 agosto se non lasceranno i loro appartamenti.

Se da un lato continuano il rimpallo delle responsabilità e i silenzi delle istituzioni, dall’altro si allarga il fronte: l’Unione Inquilini e la CUB hanno risposto all’appello del Comitato Inquilini e si rilancia a tutti l’appello alla solidarietà.

Il 18 agosto dalle 16 al Campidoglio incontreranno i consiglieri, gli assessori e la stampa per esporre la loro vicenda e, soprattutto, inviare una proposta al Comune di Roma, di farsi promotore del riuso anche vantaggioso dei beni confiscati rispondendo all’emergenza abitativa.

Allargare il patrimonio di edilizia pubblica è il modo migliore per restituire ai cittadini il maltolto dalla criminalità, questo non solo è un auspicio ma anche la strada percorsa già in tanti altri Comuni nel rispetto della legge.

Il primo passo rimane una proroga che dia i tempi necessari all’amministrazione e ai agli inquilini per trovare una soluzione condivisa. Se, invece, nessuno si sente in obbligo di intervenire in questo senso ancora una volta si misurerà la distanza tra le parole e i fatti di amministratori e burocrati in questa città e forse si renderà evidente se stiamo difronte ad un susseguirsi di “errori” i i reali interessi su quelle palazzine.

Il 19 agosto il Comitato Inquilini, invita lavoratori, disoccupati, tutti i cittadini ad esprimere la propria solidarietà presenziando presso le due palazzine di Via Fassini a Torvergata.

 

Quelle case devono restare in affitto alle famiglie che le abitano,

tanto più che sono di proprietà dello Stato che le ha confiscate!

e-max.it: your social media marketing partner