(Reading time: 1 - 2 minutes)

CONTRO OGNI RAZZISMO

 

L’assassinio razzista di Emmanuel avvenuto ieri ci porta ad esprimere tutto il nostro sdegno verso chi ha usato una violenza ingiustificata e ingiustificabile verso una donna e un uomo, incontrati casualmente e “colpevoli” solamente di essere nati in Nigeria.

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà a Chinyery e alla comunità di Capodarco.

Questo drammatico epilogo, purtroppo, non può essere considerato come un episodio isolato; piuttosto come l’esasperazione di una cultura razzista marcatamente presente nelle tifoserie calcistiche, ma anche in molti luoghi di lavoro.

SGB è impegnata ogni giorno sulla difesa dei migranti, dei profughi, dei lavoratori stranieri, per il riconoscimento dei loro diritti e contro ogni discriminazione.

Sappiamo che, oltre alle leggi razziste e vessatorie dello Stato italiano, esiste una cultura xenofoba anche nei nostri luoghi di lavoro: riteniamo inaccettabile ogni insulto razzista, tanto quanto ogni altra offesa o discriminazione di genere o di appartenenza sindacale, politica, religiosa…

Prendiamo le distanze, come lavoratori, da coloro che, anche solo verbalmente, aggrediscono colleghi stranieri.

Anche questa è un’occasione per difendere i valori costituzionali di una Carta uscita dalla Resistenza e che oggi viene messa in discussione nei suoi valori fondanti: i padri costituzionali avevano vissuto sulla propria pelle le conseguenze delle leggi razziali, delle restrizioni delle libertà e di tutto ciò che ha rappresentato il fascismo e avevano introdotto alcuni antidoti all’accentramento del potere nelle mani di pochi: oggi si stanno ricreando le condizioni per una feroce dittatura e non vorremmo che razzismo -strisciante o squadrista che sia – ne sia il precursore.

e-max.it: your social media marketing partner
Attachments:
Download this file (contro ogni razzismo.pdf)contro ogni razzismo.pdf[ ]547 kB