(Reading time: 2 - 3 minutes)

RESPINGIAMO l’ ELEMOSINA DI 15 EURO CON LE QUALI I PADRONI

DI FEDERDISTRIBUZIONE VORREBBERO CHIUDERE IL MANCATO

ACCORDO SUL CONTRATTO NAZIONALE -

 Venerdì 10 giugno a Milano PRESIDIO dalle 10 alle 14 di fronte alla sede

di Federdistribuzione in via Albricci, 8


Il tavolo per il rinnovo del CCNL, che prosegue da oltre 2 anni tra Federdistribuzione e cgil cisl uil, continua ad essere in un punto morto.

Lo scoglio sulla quale si è arenata la trattativa non è la parte economica o la parte organizzativa, bensì la partita degli enti bilaterali: il rifiuto da parte dei padroni di soddisfare le richieste di cgil cisl uil che vorrebbero portare a casa lo stesso bottino “conquistato” con il rinnovo del contratto del commercio terziario dell’anno scorso, obbliga questi sindacati a rifiutarsi di firmare il proprio suicidio economico/organizzativo, accettando il taglio degli enti bilaterali pagati dai lavoratori, che tengono in vita i loro carrozzoni.


A livello aziendale, nel frattempo, tutte le grandi catene stanno rinnovando i loro contratti di gruppo, peggiorandoli sempre, firmando con cgil cisl uil accordi che abbassano sensibilmente condizioni e diritti dei lavoratori e usando la mobilità per ridurre sensibilmente i livelli occupazionali.

 

Basta ricordare la mobilità in Auchan e in Metro o l'ultimo accordo Esselunga, approvato con il voto contrario del 40% dei lavoratori malgrado il pesante intervento dell'azienda, per non parlare dell'Ikea dove i lavoratori con importanti mobilitazioni si sono opposti all'ennesima svendita della loro lotta.
Respingiamo le proposte dei sindacati complici del padrone ed organizziamo una forte mobilitazione in tutti i centri commerciali, nei supermercati e in tutte le catene della grande distribuzione, chiedendo ai clienti di essere al nostro fianco, anche con atti concreti quali, ad esempio, lo sciopero della spesa in occasione della giornata di lotta del 10 giugno.
Una risposta forte e collettiva può partire ridefinendo precisi obiettivi quali: Forti aumenti salariali Abolizione del lavoro domenicale e festivo obbligatorio Divieto di apertura dei centri commerciali nei giorni di festività nazionale Democrazia sindacale con il ripristino di libere elezioni aperte a tutti i sindacati No ai trasferimenti intimidatori e repressivi No agli straordinari obbligatori Abolizione immediata degli Enti Bilaterali e di tutti i prelievi coatti


Venerdì 10 giugno a Milano PRESIDIO dalle 10 alle 14 di fronte alla sede

di Federdistribuzione in via Albricci 8

Flaica CUB - Milano - Viale Lombardia 20 - tel 0270631804 - www.flyca.org www.cub.it Facebook: Flaica – CUB
SGB Sindacato Generale di Base Milano - via Mossotti 1 - e mail: lombardia@sindacatosgb.it

e-max.it: your social media marketing partner
Attachments:
Download this file (sciopero 10 giugno.pdf)sciopero 10 giugno.pdf[ ]340 kB
contentmap_plugin