(Reading time: 1 - 2 minutes)

       SGB simboloBergamo: Renzi apre la campagna per il Referendum costituzionale con il “sorriso” e il manganello. Ieri un'altra giornata di ordinaria repressione.

 

Ieri a Bergamo Renzi ha ufficialmente aperto la sua campagna “con il sorriso” e il manganello contro i manifestanti che contestavano il Governo per la sua politica su scuola, lavoro, sanità. Una giornata iniziata con il divieto a volantinare “per motivi di sicurezza” le ragioni della contestazione e della decisione di scendere in piazza, come cittadini per esercitare il nostro diritto al dissenso allo stravolgimento della nostra Carta Costituzionale.

Il dissenso, diritto garantito dalla nostra Costituzione la stessa che Renzi vorrebbe ulteriormente svuotata di garanzie e diritti a danno dei più deboli.


I diritti, siamo convinti,  si devono esigere quando sono sacrosanti e soprattutto quando vengono negati in modo autoritario.
Per questo motivo abbiamo aderito, insieme ad altre realtà alla chiamata in piazza, mentre Renzi era accompagnato da padron Alberto Bombassei, la polizia aggrediva dentro e fuori il teatro Sociale di Bergamo Alta chi ha osato dire la sua.
La repressione ancora una volta utilizzata sui cittadini è irricevibile e non potrà avere ragione mai. Abbiamo contestato Renzi e le sue politiche oggi è lo faremo ogni volta che e in ogni luogo necessario.

Ci avviciniamo ad alla drammatica ricorrenza dei 15 anni de fatti di Genova quando un grande e vario movimento democratico fu spezzato con l'assassinio di Carlo Giuliani e la repressione feroce di giovani, donne, lavoratori e disoccupati; purtroppo, da allora abbiamo continuato a vedere il peggioramento progressivo delle condizioni di vita e di lavoro, la libertà di parola e organizzazione calpestate, mentre i fascisti coccolati e sdoganati possono permettersi di sfilare per le strade delle nostre città, come ieri a Roma. In questi 15 anni non ci siamo fermati e ieri a Bergamo, a Roma, nuove generazioni di lavoratori e di studenti hanno contrastando l'arroganza di questi signori.

La libertà si conquista nei posti di lavoro e si difende nelle piazze. SGB ci sta!

e-max.it: your social media marketing partner