(Reading time: 2 - 3 minutes)

 

logoPImovimentoSGB simbolo

Per un percorso conflittuale nella Pubblica Amministrazione

che vuole ricostruire un rapporto democratico con lavoratori e lavoratrici del Pubblico Impiego

 

 

     25 aprile 2016

 

Resistenza per il diritto di organizzazione sindacale e di sciopero

 Liberiamoci dalla ignavia sindacale

 

A pochi giorni dal 25 aprile e all'indomani del mancato raggiungimento del quorum al referendum contro le trivelle, c'è bisogno di una nuova RESISTENZA.

Resistere:

· alla soppressione delle libertà collettive

· per la libertà dei lavoratori e delle lavoratrici di potersi organizzare liberamente e di rispondere con la lotta ai dettami del Governo e dei poteri forti economici e finanziari

Resistere:

· a governo, confindustria e sindacati concertativi, ai loro accordi che cancellano tutele collettive a discapito del potere di acquisto e di contrattazione, a discapito dei diritti sociali e sindacali.

L'accordo del 10 gennaio 2014 tra Confindustria e sindacati concertativi sulla rappresentanza nei posti di lavoro che il governo vuole trasformare in legge ed estendere anche nel pubblico impiego, impedisce il diritto di sciopero e di organizzazione indipendente dei lavoratori condizionandoli a procedure maggioritarie che di fatto li bloccano.

L'accordo del 5 Aprile scorso non si limita a ridurre la Pubblica amministrazione a 4 comparti ma dà il via a dinamiche contrattuali a perdere con la applicazione della Legge Brunetta per non parlare poi dell'assenso da parte di Regioni e autonomie locali a tutti i decreti Madia, inclusi quelli che minacciano l'occupazione di migliaia di lavoratori\trici.

Già oggi esercitare il diritto di sciopero nei servizi pubblici è sempre più difficile tra servizi minimi essenziali e continui interventi della commissione di garanzia per differire\impedire scioperi e iniziative di lotta.

In questi decenni, il sindacalismo di base, e le vertenze aziendali\territoriali hanno imposto una svolta nelle relazioni sindacali nei posti di lavoro riuscendo spesso a conquistare alcuni diritti di rappresentanza, a restituire diritto di parola e dignità alle istanze delle lavoratrici e dei lavoratori!

Il 25 aprile

nella giornata dedicata alla memoria di ciò che i partigiani hanno fatto contro il fascismo e il suo regime, delegati rsu e sindacati di base lanciano un appello a tutti coloro che scendono in piazza perché al centro delle mobilitazioni non ci sia solo il ricordo del passato ma anche l'impegno a combattere oggi il nuovo fascismo\autoritarismo che vogliono imporre nei posti di lavoro minando quanto resta del diritto di sciopero, di assemblea, di libera organizzazione sindacale.

Resistenza è anche libertà di sciopero e di organizzazione

A tutti coloro che fanno di questa giornata un punto di riferimento nello scontro politico e di classe chiediamo di prendere posizione e di adoperarsi attivamente a favore del diritto di rappresentanza e di sciopero.

 

 

 

e-max.it: your social media marketing partner
Attachments:
Download this file (SGB_Appello 25 aprilePI.pdf)SGB_Appello 25 aprilePI.pdf[ ]718 kB