Secondo Congresso

(Reading time: 2 - 3 minutes)

IMG 20200918 WA0028

 

COMUNICATO ALLA STAMPA

 Il Sindacato Generale di Base sabato 19 e domenica 20 settembre terrà il suo II Congresso Nazionale. Al centro della discussione l'analisi della crisi economica e la proposta di un Fronte Sindacale Unitario delle organizzazioni conflittuali per contrastare le politiche padronali

 Il Sindacato Generale di Base-SGB terrà sabato 19 e domenica 20 settembre il suo II Congresso Nazionale a San Lazzaro di Savena (Bo).

SGB è nato solo da pochi anni,  in una fase difficilissima per il movimento dei lavoratori e delle lavoratrici è riuscito a costruirsi come nuova organizzazione sindacale a livello nazionale.

In molti territori e settori SGB è oggi una realtà consolidata e operativa: dal pubblico impiego alla logistica, dai trasporti alle varie tipologie di cooperative, ecc.

 

Nel suo congresso SGB intende portare la discussione sulla grave crisi economica che stiamo vivendo e sulle conseguenze della pandemia, che se da un lato è stata ed è una tragedia sanitaria dall'altro è un disastro per moltissimi lavoratori che hanno perso il proprio lavoro o visto ridotto il proprio salario, mentre il padronato ha continuato a fare affari. L'attacco allo stato sociale, ai servizi per i cittadini, siano essi lavoratori, pensionati o studenti continua senza conoscere tregue.

I danni prodotti dall'ideologia neoliberista e dai suoi seguaci politici sono sotto gli occhi di tutti: dalla sanità pubblica devastata dalle privatizzazioni, alla scuola senza finanziamenti adeguati, fino ai danni ambientali  e climatici prodotti dal  sistema economico capitalista.

 

E' centrale nella proposta avanzata per il congresso di SGB in questa fase rilanciare la costruzione del sindacato classista pur sapendo di muoversi decisamente contro corrente, come scritto nel documento congressuale “Anche se a volte può sembrarci molto faticoso contribuire alla costruzione di un sindacato di classe, non perdiamo quell'ottimismo della volontà che Gramsci citava specularmente al pessimismo della ragione”.

 

Dall'analisi, quindi, la proposta del Fronte Sindacale Unitario, da realizzarsi insieme a quei sindacati conflittuali che si rendono conto del cambio di campo di CGIL-CISL-UIL e avvertono come SGB l'urgenza di unità.

E' da queste considerazioni che SGB propone un fronte comune d'azione con tutti coloro che si battono contro lo sfruttamento padronale e le politiche reazionarie dei vari governi.

 

Per SGB il II congresso segna un passaggio importante attorno a due assi centrali: la costruzione della propria organizzazione, il rilancio di una possibile azione unitaria con chi non vuole più pagare il conto delle crisi al padronato nazionale e internazionale

 

 

Bologna, 18 settembre 2020

 

Ufficio Stampa SGB

(Reading time: 1 - 2 minutes)
ravenna1
 
CONGRESSO RAVENNA  UNA CRESCITA STRAORDINARIA 
Con Ravenna si chiude magnificamente il ciclo di congressi territoriali in previsione di quello nazionale del 19 e 20 settembre prossimo. 
Una sala riempita da lavoratori metalmeccanici, della logistica.,delle cooperative sociali, della pubblica amministrazione e della scuola che ha orgogliosamente rivendicato il proprio percorso di lotta che ha portato ad una crescita numerica ed organizzativa in questi due anni, straordinaria. 
I responsabili nazionali di SGB presenti, hanno come prima cosa portato la solidarietà dell'intera organizzazione alla Raffaella, delegata SGB presente in sala, recentemente condannata per avere cancellato con la vernice, scritte e simboli nazisti dipinti su alcuni muri . Una condanna paradossale che segnala quanto ormai la nostra Costituzione, nata dalla Resistenza al nazi fascismo, sia stata violentata.  Gli interventi hanno poi messo al centro il ciclo di lotte di questi anni che si è recentemente riaperto dentro lo stabilimento Marcegaglia dove i padroni di una cooperativa hanno tagliato in modo totalmente ingiustificato i già miseri stipendi degli operai. Gli scioperi e la mobilitazione che i lavoratori stanno continuando a portare avanti con SGB ha messo in luce la totale spregiudicatezza di un padronato disposto a tutto per appagare la propria sete di profitto. Le intimidazioni e i licenziamenti per coloro che rivendicano i propri diritti, vengono infatti sostenute dalla complicità di un altro sindacato di base, corrotto e filo padronale. L'orgoglio di fare parte invece di un sindacato che non china la testa, non cede alle intimidazioni, alle violenze e ai ricatti e che ha allontanato chi vi ha ceduto; era  palpabile in tutti gli intervenuti. Una forza ed un collante collettivo che fa ben sperare per il proseguimento delle lotte e delle vertenze in tutti i settori. 
Il congresso ha poi meso in evidenza  la necessità di potenziare ulteriormente la struttura organizzativa interna per la quale si è già avviato uno specifico progetto. 
Infine sono stati eletti i delegati al congresso nazionale ed il coordinamento provinciale. 
Ora si parte per il congresso nazionale! 
ravenna2
ravenna3

 

ravenna4

(Reading time: 1 minute)

reggio1

 Delegate e delegati provenienti da tanti settori del lavoro privato e pubblico hanno dato vita sabato 12 settembre ad una importante discussione sui temi di carattere generale contenuti nel documento preparatorio e attualizzati in diversi interventi.
Alla "rivoluzione" annunciata dal capo di Confindustria che altro non è che il ritorno al cottimo, dobbiamo rispondere creando le condizioni per un contrattacco che metta al centro gli interessi di classe. 
L'unità d'azione con i diversi sindacati conflittuali insieme alla necessità di una sempre maggiore organizzazione di SGB, sono stati quindi i temi al centro della discussione. Da sottolineare la presenza di tanti giovani lavoratori e lavoratrici. Eletti i delegati al congresso si è passati a decidere gli interventi organizzativi per rafforzare la presenza territoriale e sono stati eletti i relativi organismi. Infine una breve sessione dedicata esclusivamente alla strutturazione dell'intervento nel settore scuola. 
reggio2
reggio3
reggio4
(Reading time: 1 minute)

veneto1

Si sono svolti venerdì 11 settembre i congressi a Venezia e a Treviso. A Venezia una grande  presenza di delegati provenienti dalle aziende di trasporto ha dato vita ad una partecipata  discussione che ha spaziato dalle questioni di carattere generale che caratterizzano questa fase storica a quelle più specifiche legate allo sviluppo organizzativo di SGB. Eletti gli organismi e i delegati al congresso nazionale, si è colta L'OCCASIONE in un clima di festa, per brindare alla nuova sede in Via Brunetti 11, inaugurata con questo congresso
La sera a Treviso il bis con delegate e delegati dei trasporti e di altri settori del privato che hanno discusso del documento nazionale e di come ulteriormente fare crescere SGB sul territorio, registrando l'organizzazione e fornendosi degli strumenti necessari. Eletti le delegati e i delegati al congresso nazionale si è deciso, come già a Venezia, di organizzare un incontro regionale successivamente al congresso nazionale. 
veneto2
veneto3
veneto4
veneto6
veneto7

 

(Reading time: 1 minute)
congresso puhlia
 
Si è tenuto venerdì 4 Settembre il Congresso Regionale della Puglia in preparazione di quello nazionale del prossimo 19 e 20 Settembre.
Alla presenza di Roberto Betti del direttivo nazionale é stato tracciato un primo bilancio (positivo) di quanto messo in campo sinora ed è emersa soprattutto la volontà di allargare il raggio d'azione sindacale in altri settori e altri territori.
Nel corso dell'incontro sono stati eletti i delegati per il congresso nazionale e, successivamente ad esso, sarà costituito il nuovo coordinamento regionale.
Condivisa infine l'esigenza di dotarsi di una sede sindacale nel territorio di Bari, per sostenere lo sviluppo.